Let’s start – Pronti…Partenza…Via!

04_parla PO silva

Oggi conosciamo Silva Bucci, cofondatrice di APOI, professional organizer con una passione per lo space clearing. Una delle domande ricorrenti dalle persone che ci contattano è: “Ma come faccio a iniziare?” Oggi Silva ci racconta il suo metodo, che possiamo provare ad usare per noi!

Non so se lo hai fatto anche tu, ma io alla fine del 2014 ho fatto il mio bel bilancio dell’anno da poco trascorso, e mi sono messa molti obiettivi professionali e personali per il 2015. Già questo è stato parecchio faticoso, ma il vero lavoro deve ancora iniziare!

Per raggiungere le mete adesso devo agire! Come partire? Finché il progetto è solo un’idea, realizzarlo sembra facile, la difficoltà sta nell’agire e muoversi verso il traguardo. Quindi… ecco la mia lista di otto cose da fare per partire col piede giusto:

  1. Visualizzo il risultato finale: questo mi aiuta a chiarirmi le idee su ciò che desidero realizzare e mi mette in uno stato di ricerca; mi faccio delle domande e, non so esattamente come, ma poi le risposte arrivano, anche nei momenti più inaspettati. A tal proposito ho preso l’abitudine di scrivere tutte le idee che mi vengono, dividendole per progetto, io lo faccio utilizzando un’APP che si chiama wunderlist ma anche la vecchia cara moleskine è perfetta!
  1. Mi prendo del tempo per pianificare: la mia tendenza è quella di partire con la prima cosa che mi viene in mente, però in questo modo disperdo energia e il risultato è spesso incompleto e impreciso. Quando invece mi sforzo di programmare le azioni, riesco ad essere molto più produttiva ed efficace, così determino anche le priorità!
  1. Suddivido il lavoro in parti più piccole: qualsiasi sia l’obiettivo, affrontarlo nella sua totalità è molto impegnativo, se invece lo divido in parti più piccole e mi do degli step intermedi: focalizzo su quelli e tutto diventa più semplice!
  1. Parto dalla cosa più facile: perché iniziare da quello che mi dà meno ansia? Perché quando raggiungo una meta intermedia mi sento soddisfatta e appagata e questo mi dà l’energia e l’entusiasmo per continuare passo dopo passo, anche con le cose più difficili!
  1. Mi dò una scadenza: questo è fondamentale! Definisco un tempo per finire il lavoro, fisso con me stessa appuntamenti per gli step intermedi e li segno sul calendario (io uso google calendar sul cellulare così ce l’ho sempre con me). Questo mi aiuta a non perdermi per strada e a mantenere il focus sulle mie priorità.
  1. Mi premio dopo ogni step: ad ogni tappa intermedia mi concedo un piccolo premio perché me lo merito!
  1. Chiedo aiuto: se mi blocco perché devo occuparmi di qualcosa che non conosco bene e serve uno specialista, non perdo troppo tempo! Chiedo aiuto all’amico esperto di turno o al professionista che mi risolve il problema velocemente facendomi superare l’ostacolo.
  1. Condivido e mi faccio un bel regalo. Ce l’ho fatta! Che soddisfazione… è il momento di raccontare la mia esperienza ai miei colleghi o ai miei cari e godermi il successo! Infine mi premio con un bel regalo, magari un po’ di tempo per me, per fare le cose che mi fanno stare veramente bene!

 Silva Bucci

6 commenti
  1. BRAVA!!!!!!! Leggendo gli 8 punti uno pensa di poter realizzare qualsiasi cosa….poi che ci riesca o no è un’altra storia, però secondo me in questi consigli ci sono racchiusi tutti gli imput necessari a partire. Consiste proprio in questo il tuo scopo…o no?!?
    A parte i miei commenti personali, ti faccio un grosso “IN BOCCA AL LUPO” per il tuo blog nascente e per tutti gli altri tuoi progetti dell’anno! BACIO
    SIMO

    • Grazie1000 del grosso “in bocca al lupo” ce n’è un gran bisogno! Concordo con te, non è detto che tutti i progetti vadano a buon fine, qualcuno a volte lo si perde per strada perché siamo in continua evoluzione ma almeno si è tentato. Aggiungo che bisogna fare una revisione continua dei obiettivi e delle priorità proprio per questo 🙂
      BACIO anch’io SILVA

  2. Cara Silvia, grazie per aver condiviso queste otto cose da fare – mi segno tutto, ché di imparare non si smette mai:-)
    Dalla numero uno alla numero quattro ci sono… ma sulle altre devo ancora lavorare. A chiedere aiuto ho imparato solo di recente e per me è stata una rivoluzione!

    • Cara Alessandra, mi fa molto piacere esserti utile! Grazie a te del riscontro, brava lavora sul darti delle scadenze perché è fondamentale e per i premi non dovrebbe essere così difficile 😉
      E auguri per i tuoi progetti!

  3. Mai letto il libro getting things done?

    • Caro Massimiliano,
      il libro di David Allen è uno dei testi più studiati da noi professional organizers. E il suo metodo ci piace molto!

Lascia un commento


SPORTELLO UTENZA

È istituito lo sportello di riferimento per il cittadino-consumatore, in forma telematica, presso il quale i committenti delle prestazioni professionali possano rivolgersi in caso di contenzioso con i singoli professionisti, ai sensi dell’articolo 27-ter del codice del consumo. INVIA LA TUA RICHIESTA

CHE COS’E’ APOI?

APOI è la prima associazione professionale che raggruppa i Professional Organizers italiani, fornisce supporto agli associati, eroga per loro attività formative e definisce gli standard della professione. Entra anche tu in APOI, vieni a far parte della nostra rete!