Lavorare oltre lo schermo

I P.O. rendono uno spazio efficiente per famiglie e aziende, aiutano i clienti a creare ordine fisico e mentale.

Con la pandemia da COVID-19, questa professione è stata tra quelle che hanno sofferto di più, dal momento che gli interventi si svolgono in presenza presso le abitazioni dei clienti. Molti P.O. hanno visto un calo nel fatturato dovuto alla paura di fare entrare una persona non appartenente al nucleo familiare in casa o in azienda.

Abbiamo sperato che la situazione si risolvesse in poco tempo, ma ora purtroppo sappiamo che così non è stato. Il prezzo è stato alto e continua a esserlo: ancora oggi andare a casa di altre persone può far nascere paure e dubbi, sia per i clienti che per i P.O..

Come fare allora a mantenere la calma quando il proprio mestiere da un giorno all’altro non è più permesso o è molto più difficile?

 

Svolgere il lavoro del P.O. online, mantenendo alta l’attenzione

Nonostante il lavoro si svolga spesso in presenza, anche i professional organizer possono portare online la loro professione, attraverso consulenze e formazione online, ma è bene conoscere alcuni accorgimenti per mantenere alto il coinvolgimento del cliente durante una consulenza online. Eccone alcuni:

  • La voce. Ci sono tanti modi per imparare a usare la tua voce al meglio affinché renda la comunicazione chiara ed efficace: frequenta un corso, guarda qualche video, ascolta altre voci, prova a registrare la tua voce e ascoltati. Considera sempre i quattro parametri del suono: durata, altezza, timbro e intensità (D.A.T.I.).
  • La comunicazione non verbale. Essere cosciente del fatto che la comunicazione non sono solo le parole ma anche il modo in cui gesticoliamo o la postura che assumiamo ti aiuterà tantissimo a rapportarti con il tuo cliente.
  • L’empatia e la comprensione della persona che hai di fronte. Capire le energie e le tendenze dei tuoi clienti ti aiuterà a capire come impostare il lavoro, quanto dovrebbero durare le consulenze, se preferiscono svolgere alcune parti del lavoro in autonomia o se hanno bisogno di un sostegno ravvicinato.
  • Fai attenzione all’età. Se hai di fronte a te una persona più anziana, potrebbe essere utile coinvolgere qualcuno che possa aiutarla nel riordino. La persona più giovane potrebbe essere inoltre un valido aiuto anche a livello tecnologico.

 

Le differenze tra consulenza in presenza e online

La differenza principale tra lavorare in remoto e di persona è che di persona guidi e aiuti, agendo concretamente, dallo schermo insegni e indichi. La cosa più difficile da gestire è la frustrazione di non potere aiutare la persona fisicamente.

Quando lavori in presenza ti “limiti” ad andare e ad agire. È più istintivo. Magari ricevi foto e video prima, ma sai che recandoti sul luogo dove si svolgerà l’intervento, vedrai con i tuoi occhi e potrai prendere tutte le misure necessarie al lavoro.

Quando lavori online devi prevedere e prepararti di più. Per esempio, per la cliente online preparerai checklist, foto di come piegare e collocare vari oggetti, video e qualche documento con istruzioni precise. Devi assicurarti che tutta la tecnologia funzioni.

 

Quali sono gli strumenti tecnologici e i consigli utili per lavorare online come P.O.?

Per il P.O.:

  1. Un grosso aiuto se si passa molto tempo davanti allo schermo sono gli occhiali che bloccano la luce blu, senza affaticare gli occhi.
  2. Un computer, ma meglio averne due e buoni.
  3. Una telecamera di buona qualità, preferibilmente due. Una potrebbe essere posta nel punto in cui stai seduta, l’altra dove stai in piedi. Puoi avere un tavolo davanti dove fai vedere come riordinare con il metodo che usi. Puoi avere contenitori o scaffali dietro con vari esempi visivi e pratici del riordino che usi per insegnare.
  4. Un microfono: è  essenziale e cambia la comunicazione.
  5. Una ring light per illuminare il viso.
  6. Un abbonamento a Zoom o ad altre piattaforme. L’abbonamento per i webinar è abbastanza costoso, ma rende il tuo corso molto più accessibile e allo stesso tempo molto più anonimo per chi ti conosce per la prima volta.
  7. Un servizio di streaming per creare contenuti che contemporaneamente vanno in onda su molteplici canali.
  8. Scegli un canale social di riferimento e promuoviti prevalentemente li. La scelta dipende principalmente dall’età del tuo cliente ideale. Ricorda che, come dice Earl Nightingale, “Il cliente è il tuo boss non comandi tu realmente”.
  9. Assicurati di avere sempre tutti i dispositivi carichi (anche il cellulare di eventuali figli o partner), nel caso ci fossero problemi di qualsiasi tipo.
  10. Abbi sempre un piano B di dove potere andare in caso di problemi di connessione, per esempio un bar o un ristorante abbastanza silenzioso o una casa di un’amica. Anche la biblioteca può essere una soluzione.
  11. Un grande sorriso: è il primo strumento per creare empatia.

 

Per il cliente:

 È preferibile che abbia un computer fisso che fa vedere tutta la stanza dove si riordina. Poi con il cellulare o un tablet ti può far vedere tutti i dettagli (scaffali, mensole, cassetti, ecc.).

È utile farsi mandare un video molto dettagliato di tutta la casa o l’azienda prima, anche se a volte i clienti non amano molto questo passaggio. È importante rassicurarli sulla gestione e il rispetto della loro privacy.

Guarda attentamente il video e ascolta la voce. Ogni cambiamento di voce corrisponde ad un cambiamento emotivo e segnala quanto sarà difficile quella zona o categoria da riordinare.

Durante la consulenza è importante fare domande ma anche guidare la comunicazione se il cliente è a disagio.

 

Perché portare parte o tutto il tuo business online?

Il servizio che offrono i P.O. oggi è più necessario che mai. Crea il benessere di cui abbiamo bisogno ed è un servizio che può servire a persone di tutte le età.

Svolgere questa professione online ha svantaggi e vantaggi, ma non è impossibile e porta sempre risultati.

Se hai dubbi fai indagini, ricerche, chiediti cosa ti trattiene, trova un’altra persona e fatelo insieme. Chiediti cosa ti serve per farlo. Studia e fai dei test.

Cerca la soluzione che fa per te, esattamente come fai con i tuoi clienti.

In bocca al lupo e buon riordino online!

 

Lykke Anholm

Nessun commento

Scrivi il tuo commento

X