Il ruolo di APOI per i suoi associati

La base di APOI è la legge 4/2013 a cui facciamo riferimento e che ci aiuta a definire tutti gli aspetti normativi della professione.
Avere una legge di riferimento è una grande opportunità, che ha sempre dato all’Associazione delle basi solide su cui impostare tutte le attività che facciamo.

 

Formazione permanente

Come tutti gli ordini o albi professionali, anche la nostra associazione contribuisce all’aggiornamento professionale dei propri associati.
Ogni associato ha un obbligo formativo di 6 crediti all’anno, che può scegliere tra i titoli messi a calendario, e che sono compresi nella quota associativa.
L’offerta formativa del 2021 comprende 21 titoli, che trattano argomenti inerenti all’essere professional organizer, alla libera professione e al mondo del professional organizing.Archivio, ecologia e sostenibilità, disorganizzazione cronica, GTD e neurorganizing sono alcuni dei temi “specialistici” che verranno trattati. Per la parte legata alla libera professione, si parlerà di microcredito per imprenditori, di analisi di mercato, del valore della formazione e di sicurezza. Ci saranno poi incontri dedicati all’utilizzo dei social e dei podcast come strumenti di marketing, e alcune interviste con professional organizer internazionali.
Ovviamente, ogni associato può partecipare a tutti, e ha la possibilità di rivederli anche in momenti diversi, perché sono tutti registrati.
Esiste inoltre l’archivio dei webinar degli anni precedenti che comprende circa 40 titoli, sempre disponibili.

 

Divulgazione: la settimana dell’organizzazione e non solo

La divulgazione della professione è portata avanti con un’attività costante del nostro ufficio stampa (Fabiola di Giov Angelo), e trova nella Settimana dell’Organizzazione uno dei punti chiave della comunicazione dell’Associazione. Ogni anno, infatti, dal 21 al 27 marzo, gli associati realizzano eventi e contenuti di vario tipo – secondo le loro specializzazioni – che vengono divulgate sia dai canali dell’Associazione sia dagli associati stessi.
Da quando è iniziata – quest’anno è stata la settima edizione – abbiamo avuto moltissime uscite su stampa nazionale, radio e tv.
Inoltre tutte le risorse prodotte negli anni sono disponibili sul nostro sito

 

Relazioni internazionali

Far parte di una rete è da sempre uno degli obiettivi dell’Associazione.
Nel 2019 siamo entrati a far parte di IFPOA, la Federazione Internazionale delle Associazioni di Professional Organizing nel mondo; abbiamo un’affiliazione con l’Institute for Challenging Disorganization (ICD) e ne stiamo siglando altre.
Grazie al lavoro di Francesca Pansadoro, che si occupa delle relazioni internazionali dell’associazione, siamo entrati in contatto con molte altre associazioni (tra cui Francia, Nigeria, Brasile e  Finlandia). Questo ci ha permesso di offrire ai nostri associati l’opportunità di conoscere altre culture organizzative e di partecipare a diversi incontri con tariffe agevolate. Inoltre, quest’anno avremo tre  incontri internazionali di rilievo: Alison Lush associata POC (Canada) ed ex presidente ICD, Ingrid Jansen ex Presidente di APDO (Inghilterra) e Cristiane Belfiore responsabile relazioni esterne ANPOP (Brasile).

 

Condivisione, collaborazione e futuro

Nel 2020 abbiamo avuto le elezioni per nominare i nuovi “referenti di area”: nove associati senior che mettono a disposizione un po’ del loro tempo per fare da punto di riferimento tra gli associati della loro zona. Abbiamo, infatti, diviso gli associati per aree geografiche per facilitare le relazioni, soprattutto in vista di quando si potrà tornare a vedersi dal vivo. I referenti giocano anche un ruolo fondamentale nel dialogo tra gli associati e il Consiglio direttivo, con cui si riuniscono quattro volte l’anno per portare istanze, dubbi, progetti e nuove idee.
Crediamo molto nello scambio e nascono spesso collaborazioni tra associati molto proficue e con idee imprenditoriali creative e innovative. Il nostro gruppo chiuso social si anima spesso con stanze tematiche sui temi del giorno!

 

Un altro momento molto importante della vita dell’Associazione è da sempre l’Evento Nazionale.
Dal 2019 è un momento dedicato solo agli associati, e quest’anno si svolgerà il 5 e 6 novembre.
Saranno due giornate dedicate alla formazione, al confronto e alla progettazione del futuro.
Ci saranno le elezioni di due nuovi consiglieri che entreranno a far parte del Consiglio Direttivo dell’Associazione, le nomine ufficiali del Comitato Tecnico Scientifico e dell’Organo di Supervisione Etica e dei Valori Associativi, gli obiettivi del 2022 e i 10 anni di APOI nel 2023.

 

Chi fa parte dell’Associazione ovviamente queste cose le sa, e ha la certezza di contribuire per quello che può, alla realizzazione e alla crescita della professione in Italia e alla divulgazione della cultura dell’organizzazione. Quindi, cosa aspetti ad associarti?

 

Irene Novello

Vice presidente

www.irenenovello.com

Nessun commento

Scrivi il tuo commento

X