Una settimana per imparare a organizzarsi!

Il 21 marzo prenderà avvio la Settimana dell’Organizzazione, la manifestazione che la nostra Associazione promuove ogni anno a partire dal primo giorno di primavera. La scelta di far coincidere l’inizio della settimana dell’organizzazione con il primo giorno di primavera, ovviamente, non è casuale. La primavera è attesa da tutti, celebrata dagli artisti e amata da molti perché coincide con la stagione della rinascita e del rinnovamento. E’ proprio in questo periodo che il desiderio di nuovo si fa più forte e lo slancio verso attività che conducono al cambiamento e al rinnovamento si manifesta.

Durante la settimana dell’organizzazione, che inizia il 21 e termina il 27 marzo, noi professional organizer, mettiamo a disposizione la nostra esperienza e le nostre conoscenze e realizziamo eventi sul territorio. Ognuno di noi, singolarmente, o in gruppo, sceglie un tema attorno a cui costruire un evento e lo promuove nella propria regione. In genere si tratta di luoghi pubblici, librerie, locali, scuole, co-working, ma anche associazioni, cinema, teatri, ogni tipo di location è adatta, l’importante è che si possa parlare di organizzazione e soprattutto se ne possano sperimentare i benefici. Lo scopo degli eventi, che vengono realizzati sull’intero territorio nazionale, è appunto quello di avvicinare le persone all’organizzazione personale e far conoscere strumenti e metodi, oltre a strategie e consigli efficaci, da mettere subito in pratica, in modo che le persone tornando a casa portino con sé uno stimolo a proseguire un percorso all’organizzazione personale che li aiuti e sostenga nelle attività quotidiane.

Con la settimana dell’organizzazione proponiamo anche una ricca programmazione di risorse online. Sul sito di Apoi, infatti, ogni giorno, dal 21 marzo in poi, verranno pubblicati video, infografiche, tutorial, vademecum, post su Facebook, che seguono un calendario tematico. Il primo giorno della manifestazione è dedicato alla casa e all’organizzazione domestica, dall’armadio alla dispensa, dal rispostiglio fino al garage per capire come gestire al meglio gli spazi abitativi, il secondo giorno al lavoro, come svolgere attività lavorative in maniera fluida e scorrevole grazie a strumenti utili per lavorare più sereni, il terzo allo space clearing, ovvero l’arte di fare spazio liberandosi dal superfluo, il quarto giorno è la volta delle risorse dedicate a sostenere chi ha bisogno di consigli nell’ambito bambini e famiglia, il quinto giorno all’ufficio, come gestire spazi e tempi condivisi, il sesto giorno della settimana dell’organizzazione alla gestione del tempo e infine l’ultimo giorno, il 27 marzo, allo stile di vita e a come imparare ad organizzare le proprie giornate improntandole al benessere, alla soddisfazione alla semplificazione.

La Settimana dell’Organizzazione è sempre una esperienza intensa per chi svolge la nostra professione, che nasce in genere come una passione, ma che cresce come una professione appassionante, perché è un momento di condivisione e di scambio, ma anche di incontro e crescita. Per il pubblico, che partecipa agli incontri che prendono vita durante la settimana dell’organizzazione, è innanzitutto un’opportunità per conoscere dal vivo il professional organizer più vicino da un punto di vista territoriale, oltre che capace di rispondere alle proprie esigenze di organizzazione. L’evento offline, così come le risorse online, consentono di entrare subito nel vivo del mondo dell’organizzazione e di scoprirne i benefici e il valore al fine di vivere meglio. Inoltre la manifestazione, in generale, accelera la presa di consapevolezza della propria esigenza di organizzazione, la decisione e l’azione, innescando un meccanismo che porta ad una rinascita e ad un rinnovamento dei propri spazi, del proprio tempo, della propria vita attraverso l’esperienza dell’organizzazione, strumento e competenza capace di produrre un miglioramento delle giornate rendendole meno stressanti, più soddisfacenti e serene.

Fabiola di Giov Angelo

Nessun commento

Scrivi il tuo commento