Neurorganizing® : la metodologia che aiuta la mente a lavorare meglio attraverso l’organizzazione

Il Neurorganizing® è la metodologia messa a punto da Organizzare Italia con lo scopo di avere una più completa comprensione del cervello e di creare strategie di organizzazione più efficaci, di analizzare i processi che avvengono nella mente delle persone e che influiscono sul loro modo di organizzarsi e organizzare le proprie risorse e di analizzare cosa avviene in risposta a determinati stimoli emozionali legati all’organizzazione personale di tempi, spazi e risorse.

Da anni Organizzare Italia, che è la prima impresa italiana di organizzazione della persona, si interessa di tutte quelle discipline che studiano il funzionamento del cervello e della mente umana, dalle neuroscienze alle scienze comportamentali, dalla psicologia positiva all’intelligenza emotiva, e della loro applicazione all’approccio pratico del professional organizing.

Il cervello, quella macchina così complicata e perfetta che usiamo ogni momento, ci viene data in dotazione senza istruzioni per l’uso: non sarebbe bello se invece capissimo, almeno un po’, come funziona e come poterla aiutare attraverso strategie, metodi e strumenti organizzativi?

Organizzare le risorse personali…

Questo approccio mette al centro la persona, aiutandola a capire come funziona il cervello e a suggerirle strumenti e metodi per farlo lavorare con una più funzionale gestione delle sue risorse (attenzione, capacità decisionale, concentrazione…) per assicurare maggior efficienza e benessere.

Il contrario di organizzazione è dispersione: quindi avvalersi di valide strategie organizzative significa muoversi e agire con più consapevolezza e cura rispetto alle proprie risorse personali, creando le condizioni per avere giornate più soddisfacenti, aprendosi con più facilità alle opportunità e occasioni, rendendo più accessibili i propri talenti.

…e interpersonali

Inoltre permettere ai gruppi di persone che lavorano, vivono e interagiscono insieme di accedere alle conoscenze di Neurorganizing®, consente di condividere e adottare un linguaggio organizzativo comune: diventa così più facile capirsi, lavorare e relazionarsi.

Il rispetto e la valorizzazione del funzionamento dei cervelli ha un impatto positivo sulle persone e sulle loro giornate.

I fondamenti

Il Neurorganzing trae insegnamenti dalle discipline che studiano a vario titolo le caratteristiche della mente, e ne evince come aiutarla a lavorare al meglio, gestendo le sue risorse con maggior consapevolezza ed efficienza.

Tra le discipline su cui si fonda vi sono:

  • le neuroscienze, un ramo delle scienze della vita che si occupa di anatomia, fisiologia, biochimica o biologia molecolare dei nervi e dei tessuti nervosi e in particolare della loro relazione con il comportamento e l’apprendimento;
  • le scienze comportamentali, una branca della scienza che si occupa principalmente di studiare le azioni e reazioni umane e il comportamento umano nella società;
  • la psicologia positiva, una prospettiva della psicologia che si occupa dello studio del benessere personale e della qualità della vita;
  • l’intelligenza emotiva, un aspetto dell’intelligenza legato alla capacità di riconoscere, utilizzare, comprendere e gestire in modo consapevole le proprie ed altrui emozioni.

L’economia dell’attenzione

Il Neurorganizing® si colloca all’interno dell’economia dell’attenzione, un approccio alla gestione delle informazioni che tratta l’attenzione umana come una merce scarsa e ricerca soluzioni per risolvere vari problemi di gestione delle informazioni.

“L’attenzione è una risorsa scarsa: una persona ne ha solo tanto così.” Matthew Crawford

 Lo sforzo organizzativo, l’impegno profuso a organizzare tempi, spazi, stimoli, informazioni, non è altro che il tentativo di salvaguardare l’attenzione, riservarla e allocarla dove si crede utile e necessario. Questo processo e la relazione tra attenzione e organizzazione non avviene sempre in modo consapevole, ma gli studi delle varie discipline sul funzionamento del cervello rendono chiaro che noi siamo, anche biologicamente, ciò a cui prestiamo attenzione.

Il nostro cervello è un ottimo esempio di organizzazione: è l’apice del sistema nervoso centrale, ciò da cui dipende tutto il nostro agire e una straordinaria macchina con un suo complesso funzionamento.

Se l’aiutiamo assecondando il suo stesso modo di organizzarsi e lavorare, invece che remargli contro, sarà tutto più facile e avremmo una mente più attenta, meno stressata, in buona salute e longeva.

 

Sabrina Toscani – Presidente Apoi

www.organizzareitalia.com

 

Nessun commento

Scrivi il tuo commento

X