Scegliere un professionista qualificato è un investimento

Qual è la prima cosa che fai quando decidi di eseguire un lavoro in casa, la manutenzione dell’auto oppure una visita medica? Scegli professionisti che possano eseguire la prestazione ad arte. Questa sarà la scelta che ne garantirà la riuscita finale oppure la comprometterà con conseguenze più o meno impattanti.

Anche nel settore dell’organizzazione personale il criterio è lo stesso.

Come scegliere i professional organizer?

Se vuoi andare sul sicuro, consulta il nostro sito: qui trovi professionisti dell’organizzazione competenti, disponibili a effettuare un sopralluogo e ad ascoltare le tue necessità con rispetto, empatia e senza giudizio.

Scegliere tra gli associati di APOI significa fare una scelta consapevole tra professionisti che seguono e sottoscrivono un codice etico e un programma formativo costantemente aggiornato per essere sempre in linea sulle novità metodologiche e fiscali che riguardano il settore dell’organizzazione.

Inoltre, i professional organizer di APOI sono formati per riconoscere le situazioni di cui possono occuparsi personalmente e quelle per cui è meglio rivolgersi ad altri specialisti (per esempio nei casi di disturbo d’accumulo, conosciuto anche come disposofobia, si chiede un intervento psichiatrico o psicologico). Questa capacità di discernere le situazioni garantisce all’utente finale una prestazione non solo personalizzata, ma anche con effetti duraturi e formativi per i clienti.

Cosa devi dire ai professional organizer?

Tutto! Durante il primo contatto (di persona o per telefono) e, successivamente, in fase di sopralluogo, spiega con chiarezza e nel dettaglio il risultato che desideri e le tue aspettative, così i P.O. possono comprendere a fondo le tue esigenze e preparare un preventivo il più esauriente possibile.

Il preventivo? Mi sembra caro…

Il mercato offre un’ampia scelta di P.O., di esperti di riordino e di gestione del tempo, perciò può capitare che qualcuno offra le proprie competenze organizzative a un prezzo inferiore rispetto ai professionisti del settore, promettendo magari l’impossibile in termini di risultati.

Questo è un campanello d’allarme, per due motivi. Il primo è che potresti aver contattato senza saperlo un altro professionista o un esperto di un settore simile; il secondo motivo è che potresti aver a che fare con qualcuno che si è improvvisato in questo mestiere senza avere alle spalle una formazione adeguata.

Se scegli i P.O. di APOI sai che il preventivo è la somma di molti fattori:

  • l’esperienza e la competenza, nell’organizzazione personale in generale e in particolare negli ambiti di specializzazione;
  • la formazione costante, sia come professional organizer sia come liberi professionisti;
  • il codice etico, che tutela i rapporti con i clienti e con i colleghi;
  • l’impegno nell’educazione all’organizzazione, cioè l’ascolto e lo studio di una strategia organizzativa personalizzata che dia piena autonomia anche in futuro;
  • i costi sostenuti per garantire la professionalità, per esempio l’iscrizione all’associazione, gli spostamenti per eseguire i sopralluoghi, gli strumenti del mestiere, la formazione, il versamento dei tributi, le consulenze dei commercialisti per essere fiscalmente in regola.

Se pensi che il costo di una consulenza e di un intervento di professional organizing sia elevato, chiediti: “Rispetto a cosa?” I benefici che ne trai sono molteplici, pratici e immediati: l’organizzazione personale migliora la qualità della tua vita e contribuisce a mantenere alto il tuo livello di benessere fisico, mentale e relazionale.

Perciò è meglio non fermarsi al costo, ma capire con quali professionisti si ha a che fare e, soprattutto, che tipo di benefici e vantaggi si apporterà alla propria vita.

Se credi che un professionista ti costi troppo, è perché non hai idea di quanto ti costerà alla fine un incompetente.”

Questo aforisma anonimo racchiude perfettamente l’essenza di ciò che ho scritto: in un settore in costante crescita il rischio di incappare nella non professionalità è alto, e il costo per riparare gli eventuali danni è inestimabile perché le conseguenze di una cattiva organizzazione si ripercuotono sulla qualità della tua vita.

Chiara Pignolo 

Nessun commento

Scrivi il tuo commento

X