Per ogni volo ci vuole la spinta giusta

Pensando a quali consigli avrei potuto dare ai genitori che hanno bambini piccoli, in occasione della Settimana dell’Organizzazione promossa da Apoi, ho pensato: ”Perché mai un genitore dovrebbe decidere di organizzare meglio il proprio rapporto coi figli? Per avere un po’ di tempo in più e tempo di qualità? Perché i bimbi siano più impegnati e motivati e quindi facciano meno capricci? Per dare loro più stimoli al sapere? Per favorire uno sviluppo armonioso?” Certo, sono tutte ottime ragioni, ma richiedono tanto impegno. La volontà di investire in questo senso non nasce semplicemente da un senso di responsabilità più o meno percepito; ci vuole di più.

Nuovi occhi, un nuovo sguardo capace di “meraviglia”. Meravigliarsi, infatti, è percepire, intravedere, presentire qualcosa che ancora non c’è ma che ha tutte le potenzialità per realizzarsi. E’ immaginare un futuro pieno e bellissimo per i nostri figli, dove ogni conquista ed ogni traguardo sono ora nascosti nella loro origine.

Uno sguardo che vede questa unica e irripetibile “originalità”. Nessuno potrà dare al mondo quello che darà tuo figlio, tua figlia. Nessuno potrà dare quell’accento, quei colori, quel sorriso, quel sudore, quella fragilità e quella forza. Nessun altro. Allora con questo sguardo che va lontano, posso decidere di dare la spinta per farlo volare e scegliere di darla bene: dritta, precisa, lineare, sicura, decisa.

Guarderò il suo volo e lo lascerò andare, perché saprò da quale origine è partito.

Scegliere allora di organizzare ogni passaggio della crescita dei nostri bimbi è dare la spinta giusta, è uno strumento, un mezzo, una strategia perché abbiano ciò che gli occorre per decollare.

Buon volo a tutti!

Emanuela Tirabassi
www.kidspo.it

Tags:
Nessun commento

Scrivi il tuo commento