“Organizzazione”: l’importante è cominciare fin da piccoli

I bambini hanno una grande facilità di apprendimento, basta mostrare loro come fare una cosa e in breve si trasforma in qualcosa di appreso, di assimilato. Nasce da questa considerazione generale la nostra convinzione, come Professional Organizers, che insegnare “la lingua organizzativa fin da piccoli” sia fondamentale nella formazione di quelli che saranno gli uomini e le donne del futuro! Aiutiamo dunque i bambini ad avere uno stile di vita organizzato, per agevolare la loro indipendenza e soprattutto per far sì che la loro autonomia si sviluppi in modo naturale. E visto che i bambini amano le abitudini, consegniamole a loro come strumento utile a sviluppare le loro doti organizzative fin da piccoli. Ecco alcuni consigli.

  • La prima regola è coinvolgerli sempre.

Coinvolgete i vostri figli in tutto quello che fate per loro e il resto della famiglia. Il buon esempio, e fare le cose insieme sono i migliori ingredienti! Mettere a posto i giochi o l’armadio, apparecchiare, cucinare e fare le pulizie, sono delle abilità che potrete far entrare nella vita dei vostri figli modulandole in relazione alla loro età.

  • Se volete renderli autonomi guardate il mondo dalla loro altezza.

Chi ha un bambino in casa ha una clessidra umana che ricorda il passare del tempo e quindi il costante cambiamento. Le esigenze di un bambino sono in continua evoluzione e vanno di pari passo con la sua crescita. Se volete che sviluppi una sana autonomia, l’altezza di un attaccapanni, lo scaffale per i libri o le scatole per i giochi devono essere pensati in relazione all’età del bambino, devono essere facilmente raggiungibili! Sarà allora che potrete chiedere loro di riporre lo zaino e la giacca rientrando da scuola, o una volta letto un libro di risistemarlo in libreria o sullo scaffale. I giochi si troveranno più facilmente e saranno soddisfatti anche di aver contribuito alla loro sistemazione.

  • Trasmettiamogli la cura per lo spazio in cui viviamo e il giusto rapporto con
gli oggetti

Uno degli argomenti chiave per un P.O. è certamente la capacità di gestire lo spazio, di

come ottimizzarlo e renderlo piacevole e funzionale. Pensate che un bambino, per piccolo che sia, non possa apprendere a gestire al meglio lo spazio della sua cameretta? Come organizzare i propri giochi e libri? Lo potete coinvolgere in tutto, anche nella scelta dei colori delle pareti o delle scatole più adatte per contenere ogni tipo di gioco. Così facendo lo aiuterete a sviluppare un buon senso del rapporto tra oggetti e spazio, ed una naturale attitudine a riporre le cose al loro posto. Realizzare periodicamente una cernita degli stessi (libri, giochi, pupazzi) in modo da dare una seconda vita a ciò che non si usa più, insegnerà loro a viaggiare leggeri, solo con ciò che è essenziale!

  • La loro soddisfazione ed autostima sono una spinta molto importante

Tutto ciò che insegniamo ad un bambino dovrebbe essere sempre fatto con l’intento di accrescere la sua autostima, di aumentare il suo grado di soddisfazione… e quale migliore palestra, oltre alla scuola, che la vita in casa? Ogni cosa che apprenderà lo farà sentire più grande, più capace, e starà agli adulti riconoscergli le sue “nuove capacità”. Fateli sentire importanti, trasmettete loro l’entusiasmo per quel lavoretto portato a compimento, anche se non sarà perfetto… dategli tempo, imparerà! Una cosa è certa, sta imparando non solo a sistemare gli oggetti, a comprendere il valore dello spazio, a collaborare in famiglia, sta acquistando consapevolezza di cosa è in grado di fare e sta verificando la propria l’autostima, nulla è più importante!

Uno strumento pratico: la checklist
Create una tabella da condividere con loro in cui indicate le cose da fare. Per i più piccoli sarà vostra cura realizzarla con dei disegni riconoscibili, mentre per i più grandi, il fatto di dover scrivere diventa anche un buon esercizio didattico.

Cosa indicare? Qualche suggerimento.

  1. Quando finisci di giocare, riponi, giochi, libri e pupazzi negli appositi contenitori
e scaffali.
  2. Ricorda la sera e la mattina di lavare i denti!
  3. Prepara i tuoi vestiti per il giorno dopo, la mattina tutto sarà più facile
e veloce.
  4. Prepara la cartella o il cestino la sera.
  5. A fine giornata lascia la tua scrivania in ordine e pronta per il giorno dopo.
  6. La mattina risistema il letto e metti il pigiama sotto il cuscino.
  7. In cosa puoi aiutare la mamma? Non ti scordare di chiederglielo.

Francesca Pansadoro

www.tutto-aposto.it

Nessun commento

Scrivi il tuo commento